We are Vinyls: il premio vinto da Verve per lo spot di Disclan

Un anno fa Verve vinceva la Targa d’oro agli OPENART Award. Riflessioni e metodologia di un grande successo

 

Il 10 novembre 2018 si è tenuta a Napoli la premiazione degli OPENART Award, l’unico premio del settore pubblicitario riconosciuto da tantissime istituzioni nazionali e internazionali, come la Commissione Europea, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Regione Campania e tante altre.

Ma il vero punto di interesse per noi è che questo premio, giunto ormai alla ottava edizione, ha una giuria interamente composta da studenti del settore pubblicitario e da enti, società e istituzioni come Cinemaitaliano.info, che ha voluto premiare il nostro lavoro We Are Vinyls, lo spot commissionato da Disclan, il negozio di dischi più amato d’Italia secondo la rivista Rolling Stone.

 

Le motivazioni

 

 

“CinemaItaliano.info premia in questo spot l’impostazione decisamente cinematografica con tanto di narrazione, sceneggiatura, ed una prova attoriale credibile attraverso la quale viene trasmesso il concept in cui i negozi di dischi indipendenti sono come i dischi in vinile: durano nel tempo. È il racconto di una sorta di resistenza culturale.”

 

Con queste motivazioni il nostro spot ha vinto la Targa d’oro e ne siamo estremamente fieri, poiché è stato colto in pieno il nostro concept, il nostro intento di far passare un messaggio chiaro sull’importanza dei negozi di dischi indipendenti e sul valore della musica.

 

La scommessa

 

Partecipare ad un concorso o a un premio è sempre una scommessa che si fa sul proprio lavoro e su se stessi. Soprattutto nel caso di un premio come OpenArt assolutamente gratuito, a cui partecipano centinaia di agenzie pubblicitarie con lavori per grandi brand anche internazionali.

Non abbiamo mai avuto la certezza, dal momento dell’iscrizione, di poter essere scelti fra quel ventaglio di lavori così ben fatti e professionali che hanno partecipato con noi a quell’edizione.

Abbiamo iscritto We Are Vinyls semplicemente perché eravamo certi di aver concepito un lavoro genuino, originale, chiaro e divertente commissionato da un cliente come Mario Maysse così appassionato ed entusiasta.

L’ennesima riprova che, presto o tardi, la sincerità delle intenzioni, la passione vera e le idee originali possano ripagare e dare frutti bellissimi.

 

La metodologia: partire da un concept forte

 

Disclan aveva la necessità di promuovere il Record Store Day 2018, l’evento internazionale a sostegno dei negozi indipendenti di musica.

Una bella sfida, poiché il digitale da un lato e la crisi della musica in generale dall’altro stanno producendo tutt’oggi un indebolimento evidente dei negozi che non fanno parte della grande distribuzione.

Siamo partiti da un concept molto chiaro: fra 50 anni gli unici a resistere saranno i vinili e i giradischi, perché le audiocassette, i compact disc e gli iPod subiranno usure irreversibili.

Da qui abbiamo paragonato la resistenza dei dischi in vinile con la resistenza dei negozi indipendenti.

Lo spot, la campagna offline e la campagna social hanno fatto il resto. Il messaggio è stato recepito e abbiamo assistito ad un grande Record Store Day, fatto di concerti, sconti e tanta musica di qualità.